Prato

TO DO MARZO I LAVORI DI PRIMAVERA

lavori marzo
Lavori di marzo

Con l’arrivo della primavera e l’aumento delle temperature è arrivato il momento di effettuare i primi lavori di manutenzione del proprio prato.

Il tappeto erboso, dopo il lungo inverno potrebbe essere sofferente, ingiallito e stressato dalle rigide temperature, dai ristagni d’acqua o da un clima mite che lo ha fatto lavorare anzichè riposare.

Da dove iniziamo?

Per prima cosa ripuliamo il terreno da foglie e rametti così sarà così più libero e riceverà luce, acqua e calore in maggiore quantità

Togliamo il muschio che potrebbe essersi sviluppato a mano o con arieggiatore manuale

Effettuiamo il primo taglio di pulizia, spuntiamo il prato tenendo alto il taglio per favorire la ripresa in base al clima valutare quando è possibile abbassare il taglio per portarlo all’altezza idonea al periodo e alle lavorazioni

Concimazione liquida

a base organica e ricca in aminoacidi (es alghe) per stimolare e far recuperare gli stress invernali

Lavorazioni

Programmiamo l’arieggiatura utilizzando un arieggiatore macchinario apposito a lame verticali oppure un rastrello arieggiatore per un lavoro a mano

Carotatura se invece dobbiamo fare un lavoro più profondo e andare a inserire della sabbia silicea lavata. La carotatura va fatta se occorre decompattare il terreno, favorire il drenaggio o migliorare l’ossigenazione.

Se il prato a questo punto mostra zone vuote possiamo procedere con una risemina sfruttando il lavoro dell’arieggiatore o semplicemente zappetteremo la superficie e distribuiremo una miscela di sementi apposite. Vanno poi coperte con un leggero strato di terriccio o sabbia, da pressare bene.

Non dimentichiamo di irrigare! Leggermente, ma con frequenza. La semente deve rimanere in un terreno  umido.

note: ricordati della regola di taglio di ⅓ la parte da togliere deve essere al massimo ⅓ dell’altezza. es 6 cm ne taglio al msssimo 2 cm prima di arieggiare o bucare meglio abbassare il taglio ma ricorda di aiutare il prato in questa fase con delle concimazioni liquide prima e dopo.

la concimazione granulare meglio farla dopo le operazioni se clima non stabile, oppure prima se per es facciamo il lavoro in aprile, cosi il nostro prato sarà ben nutrito e recupera prima.

ACCOUNT
Lista dei desideri
Accedi
Crea un account

Registrandoti per un account, accetti i nostri Termini e condizioni. Si prega di consultare la nostra privacy policy.

Recupero password

Hai perso la password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai tramite email un link per generarne una nuova.

TOP
CARRELLO 0
×