microterme

Prato inglese: Come creare il giardino perfetto

come-fare-prato-inglese

Il prato inglese è uno dei tappeti erbosi più apprezzati sia da noi amanti del verde che, anche, da chi non è molto avvezzo a questo mondo. Bello, verde e uniforme, queste sono le caratteristiche che ci aspettiamo quando pensiamo al prato inglese.

Chiamato anche green lawn, il prato inglese, possiede come caratteristica principale quella di essere formato da erba corta, compatta e di un verde acceso.

Bisogna, però, tenere in considerazione che questo tipologia di prato, come tutto ciò che possiede un grande valore, necessita di impegno nella sua cura. Ma non preoccuparti, nel corso di questo articolo ti forniremo tutte le informazione necessarie per imparare a crearlo e curarlo.

Cos’è il prato inglese

Chiedersi “perché si dice prato all’inglese?” non è affatto una domanda banale.

Iniziamo con il differenzialo dal prato rustico poiché, quest’ultimo, è caratterizzato principalmente da poca manutenzione e da essenze meno esigenti.

La riposta effettiva è, difatti, già scritta nel nome. Come si intende il prato inglese nasce proprio nel Regno Unito nel diciottesimo secolo grazie ai ricchi proprietari terrieri che lo coltivavano vicino alle loro proprietà. La sua bellezza però gli ha permesso di diventare, in pochissimo tempo, famoso in tutta Europa!

La sua qualità estetica lo rende ammirato sia tra gli amanti del giardino che semplici fruitori ma, lo rende anche motivo di orgoglio.

che-semente-usare-prato-inglese

Come far crescere il prato inglese

Come fare il prato inglese non è un’operazione impossibile ma necessita, comunque, di particolare cura.

È necessario utilizzare specifiche graminacee come: Agrostis tenuis, Agrostis stolonifera, Lolium perenne, Poa pratensis, Poa annua, Festuca rubra, Festuca ovina. Ma attenzione, alcune di queste specie nel nostro clima non sono adatte poiché poco resistenti, ad esempio al caldo e alla siccità che caratterizzano buona parte del clima della nostra penisola.

Per questo in base a dove ci troviamo: Nord Europa, Europa Centrale o Sud Europa occorre selezionare con attenzione le specie da tappeto erboso da utilizzare e le relative varietà.

Pensi sia un lavoraccio? Non preoccuparti. Fortunatamente ad aiutarci ci sono delle aziende specializzate in tappeti erbosi che studiano e formulano i mix giusti per le diverse aree climatiche.

Grazie a loro possiamo avere anche in Italia un prato inglese perfetto quindi, denso e uniforme e verde.

Utilizzando, però, sempre le specie e le varietà adatte al nostro clima, avendo cosi soddisfazione dal nostro lavoro.

A proposito di specie idonee ai nostri climi, possiamo parlare di festuca arundinacea, poa pratensis e anche lolium perenne (meglio se stolonifero). Al loro interno si vanno poi a valutare le diverse varietà selezionate per i nostri climi e per avere, finalmente, il prato all’inglese tanto sognato ti consigliamo di puntare, principalmente, sulla poa pratensis come essenza di punta del miscuglio da seminare.

Grazie alla foglia più fine, rispetto alla festuca arundinacea e, grazie anche, alla sua ottima capacità di creare un tappeto denso e resistente anche alle nostre estati sembra essere proprio la scelta azzeccata.

Scopri sul nostro sito i pacchetti da 1kg e 15k di
Resilient Blue Lawn per le zone al sole o in mezz’ombra!

prato foglia fine resilient blue lawn

Ma capiamo insieme, più nello specifico, quali sono gli step per realizzare un perfetto prato inglese.

Preparazione del terreno per la semina

Prima di iniziare, giustamente, bisogna preparare il terreno. Sia che si vogliano utilizzare sementi per prato inglese o dei rotoli precoltivati il terreno deve essere pronto per accogliere il nuovo tappeto erboso.

In questa fase è molto importante lavorare la terra con una vanga o una moto-zappa così da rovesciare la terra. Se necessario, talvolta, il terriccio può essere integrato con sabbia e torba, sostanze che contribuiscono ad ammendare il terreno creando un substrato più idoneo alla germinazione e crescita della semente.

Molto importante è anche l’utilizzo di diserbanti (meglio naturali come l’acido pelargonico) per l’eliminazione completa delle infestanti a foglia larga.

Dopo aver smosso il terreno si può procedere eliminando sassi e radici infestanti aiutandosi con il rastrello e successivamente ammendando con terriccio, sabbia e/o zeolite.

Questi elementi possono, anche, essere miscelati tra di loro. Se hai qualche dubbio non esitare a chiederci come!

Per le zone più soleggiate prova
Resilient Blue Sport!

La semina del prato inglese

La semina dei prati inglesi è un processo che può essere eseguito sia a mano, se si tratta di aree piccole, oppure, con l’aiuto di seminatrici se si lavora su aree più ampie.

Come dicevamo prima, la semina prevede, nei nostri climi, l’utilizzo di specifici sementi come: Festuca arundinacea, Lolium perenne, Poa pratensis, e in caso di zone in ombra o mezz’ombra anche di Festuca rubra, Festuca ovina, meglio conosciute come festuche fini.

Questi vengono sparsi su tutto il terreno in modo uniforme, a cui deve seguire rullatura e successivamente irrigati. Attenzione la prima irrigazione è molto importante poiché deve essere abbondante ma, comunque, uniforme e non deve spostare tutti i semi in un solo punto.

Il terreno va tenuto umido con frequenti turni irrigui di breve durata fino a germinazione, per poi ridurre i turni.

Come concimarlo

Una volta preparato il tappeto erboso è necessario dare un piccolo aiuto. La prima concimazione fornirà ai semi tutti i nutrienti necessari alla loro crescita ed ad un corretto sviluppo delle radici. Noi vi consigliamo concimi con alto tasso di fosforo come il nostro Barfertile Pro Start.

Il prato inglese arriverà presto. Dopo già 3 settimane potrai vedere i primi risultati della semina se, invece, hai utilizzato del prato pronto basteranno pochi giorni e le radici avranno già iniziato a colonizzare il terreno.

Scopri il concime organo-minerale ricco in magnesio
Barfertile Pro Start!

pro start concime semina prato

Come mantenere il prato all’inglese

Per la manutenzione e la cura del prato inglese intendiamo descrivere tutte quelle azioni che hanno lo scopo di mantenere in salute il tuo tappeto erboso come: tagli, irrigazioni e concimazioni. Il tuo obiettivo, sicuramente, dopo avere creato il prato perfetto è quello di evitare che venga rovinato dalle malattie e da altri agenti esterni.

Irrigazione

Ricordati di annaffiare regolarmente, abbondantemente e soprattutto con profondità. Se il tuo giardino è di piccole dimensioni puoi tranquillamente annaffiare a mano se, diversamente le dimensioni aumentano puoi considerare di installare un impianto di irrigazione automatico.

Per una buona radicazione e resistenza del tappeto erboso è fondamentale irrigare con costanza e, come ti dicevamo prima, in profondità così da offrire la giusta quantità di acqua a tutte le radici.

Concimazione

La concimazione annuale è importantissima poiché offre la possibilità di regolare e rendere equi tutti i nutrienti che dobbiamo fornire al nostro prato inglese. La mancanza o un disequilibro di macro-elementi come potassio, azoto, fosforo possono comportare un indebolimento del tappeto erboso con conseguente ingiallimento ed eventuali malattie.

Ultimo ma non ultimo bisogna arieggiare il prato eseguendo piccole perforazioni del terreno al fine di consentire all’aria, all’acqua e a tutti i nutrienti sopracitati, di penetrare sino alle radici. Se sei curioso di capire come funziona la carotatura del prato abbiamo scritto un articolo a proposito.

Conclusioni e contatti

Arrivato fin qui hai sicuramente compreso meglio come fare un prato inglese. Come preparare il terreno, come seminarlo, concimarlo e soprattutto come tenerlo sano e bello. Ma, come ti ricordiamo sempre, se hai qualsiasi dubbio o vuoi avere qualche info in più dai nostri esperti del verde non esitare a contattarci e a seguirci sulle nostre pagine social.

ACCOUNT
Lista dei desideri
Accedi
Crea un account

Registrandoti per un account, accetti i nostri Termini e condizioni. Si prega di consultare la nostra privacy policy.

Recupero password

Hai perso la password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai tramite email un link per generarne una nuova.

TOP
CARRELLO 0
×