malattie rose

Malattie della rosa: tutto quello che devi sapere

Le malattie della rosa sono tra i più grossi problemi che noi, amanti del giardino, rischiamo di incontrare durante la nostra carriera. Le amiamo per il loro profumo e per la loro bellezza ma, ahimè, sono molto delicate e vulnerabili verso una serie di malattie e parassiti che possono comprometterne la salute e l’aspetto.

Capiamo insieme in questo articolo quali sono le principali malattie della rosa e cerchiamo di capire come identificarle e curarle curarle al fine di evitare che tutto il nostro impegno venga reso vano.

Malattie della Rosa: Identificazione e Cura

Esistono diverse malattie della rosa. Vediamo, quindi, quali sono e come curarle al fine di mantenere il nostro giardino sempre bello, sano e rigoglioso. Intanto ti possiamo già dire che l’utilizzo dei prodotti giusti è l’elemento fondamentale per ottenere il risultato voluto. I nostri corroboranti e i nostri fertilizzanti sono la prima linea di difesa sostenibile che puoi sfruttare.

Scopri il concime minerale perfetto per le tue rose!
Fertilizzante Barfertile K Plus ricco in Potassio

Barfertile-k-plus-barenbrug

Peronospora della Rosa

La peronospora è una malattia fungina che si manifesta con macchie gialle o marroni sulle foglie, spesso accompagnate da una muffa bianca sul lato inferiore delle foglie. Questa patologia è favorita da condizioni di alta umidità e temperature moderate.

Come curare le rose dalla peronospora?

  • A volte cambiare la posizione del vaso di rose può essere sufficiente per ridurre o eliminare il problema.
  • Se le rose sono piantate in terra assicurare una distanza adeguata tra le piante per favorire la circolazione dell’aria durante la messa a dimora e/o della potatura verde durante la crescita; valutando utilizzo di trattamenti con prodotti naturali.
  • Trattamenti naturali: con Distillato di legno a base di tannini di castagno (ammesso in biologico) favoriscono la pulizia delle foglie e il mantenimento in salute.
  • Concimazioni: favorire concimi ricchi in potassio come Barfertile K Plus.

Vuoi rinvigorire il tuo giardino?
Distillato McMillan di legno ricco in tannini!

distillato di legno tannini castagno

 

Cocciniglia delle Rose

Le cocciniglie sono insetti succhiatori, che pungono le foglie per nutrirsi della linfa delle piante, causando ingiallimento e caduta delle foglie. Possono essere riconosciute per la loro presenza sotto forma di piccoli batuffoli bianchi o bruni sulle foglie e sui rami.

Come fare per eliminare la cocciniglia?

  • Rimozione manuale: Pulire le piante con un panno imbevuto di sapone di marsiglia per rimuovere le cocciniglie.
  • Rimedi naturali: spruzzare una soluzione di acqua e sapone molle di potassio, ripetere dopo 7-10 gg se la presenza di cocciniglia è elevata.

Barfertile-k-plus-barenbrugTicchiolatura delle rose

La ticchiolatura è causata da un fungo che provoca macchie nere sulle foglie. Questa malattia può portare alla perdita delle foglie e, di conseguenza, all’indebolimento della pianta.

Come sconfiggere la ticchiolatura?

  • Pulizia autunnale: Rimuovere e distruggere le foglie cadute per ridurre le fonti di infezione.
  • Rimedi naturali durante la stagione: Utilizzare distillato di legno, che agendo sul pH crea un ambiente sfavorevole alla proliferazione della ticchiolatura e degli altri patogeni favorendo, anche, il recupero delle foglie grazie al suo effetto biostimolante.

Ruggine della rosa

La ruggine della rosa è un’altra malattia fungina che causa macchie arancioni sulle foglie, portando alla loro caduta prematura. Le condizioni umide e calde favoriscono la diffusione di questa malattia.

Come si cura la ruggine della rosa?

  • Rimozione delle foglie infette: Eliminare e distruggere le foglie colpite dalla ruggine.
  • Irrigazione alla base: Evitare di bagnare le foglie, innaffiando direttamente alla base della pianta.
  • Rimedi naturali: Utilizzare distillato di legno, zeolite micronizzata, entrambi prodotti naturali e non dannosi per l’uomo e per gli animali domestici.

oidio-mal-bianco-delle-roseMal Bianco delle Rose (Oidio)

L’oidio è una malattia fungina che si presenta con una patina bianca polverosa sulle foglie e sui boccioli. Le foglie infette si deformano e cadono prematuramente.

Come si cura il mal bianco delle rose?

  • Migliorare la circolazione dell’aria: Potare regolarmente per ridurre la densità delle chiome.
  • Trattamenti naturali: Applicare durante le prime ore della mattina, o la sera, la zeolite micronizzata oppure spruzzare una soluzione con distillato d legno ogni 7-10 gg fino a che le condizioni favorevoli di sviluppo non terminano.
  • Evitare l’irrigazione notturna: Innaffiare al mattino preferibilmente al terreno per evitare che le foglie siano umide in superficie.

Conclusione e contatti

Arrivati fino a qui sono sicuramente più chiare le malattie della rosa che possono danneggiare le tue piante, ma adesso sai anche come renderle più forti e sane. Come si dice sempre: prevenire è meglio che curare!

Proprio per questo motivo è fondamentale capire bene, in primo luogo, quali sono le varietà di rose più resistenti e, secondo, quali sono i migliori trattamenti naturali che possono fare la differenza.

Un giardino sano e ben curato non è solo bello da vedere, ma offre anche un ambiente meno ospitale per le malattie della rosa.

Se, comunque, vuoi avere più info su come curare al meglio il tuo giardino non esitare a contattarci ed i nostri esperti del verde saranno a tua completa disposizione.

ACCOUNT
Lista dei desideri
Accedi
Crea un account

Registrandoti per un account, accetti i nostri Termini e condizioni. Si prega di consultare la nostra privacy policy.

Recupero password

Hai perso la password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai tramite email un link per generarne una nuova.

TOP
CARRELLO 0
×