patologia

Fusarium o Microdochium nivale

fusarium microdochium

Fusarium o Microdochium nivale: una patologia del prato che si presenta in inverno sui tappeti erbosi

🍃 Scopriamo insieme di cosa si tratta 🍂

Che cos’è il Fusarium invernale (nome scientifico: Microdochium nivale)?

conosciuto anche come marciume rosa invernale, il microdochium nivale è un fungo parassita saprofita, che si sviluppa sulle specie microterme da Novembre a Marzo, quando le temperature sono comprese  tra 0 e 15°C, accompagnate da alta umidità ed eventuale presenza di neve o pioggia.

e il fusarium? è il “vecchio” nome di questa patologia invernale del prato, ancora utilizzato a livello di linguaggio comune, quindi se parlate di fusarium del prato vi capiranno 🙂

 

👀 Sintomi Visibili del microdochium o fusariosi del prato

  • Macchie circolari di 3-20 cm di colore chiaro/biancastro.
  • Anello rosa sul bordo esterno (sintomo di fungo attivo).
  • Regressione del prato all’interno dell’anello, mentre il centro può riprendere a vegetare.

 

fusariosi microdochium
fusariosi o microdochium attivo

📣 Cause Principali della fusariosi

  • Nevicate e disgeli o piogge.
  • Presenza di feltro.
  • Scarso drenaggio del terreno.
  • Traffico elevato.
  • Mancata aerazione.

la presenza di neve persistente sul prato può dare luogo a sorprese quando si scioglie, spesso infatti il microdochium prolifera sotto la coltre di neve e noi lo vediamo solo quando questa si scioglie.

allo stesso modo un prato, il cui terreno subisce il gelo e disgelo, può essere soggetto alla formazione di microdochium nivale, proprio perchè si creano delle condizioni idonee al suo sviluppo.

Suggerimenti Utili: prevenzione delle fusariosi invernali

  • Riduci il feltro in autunno tramite arieggiatura del prato
  • Favorisci il drenaggio superficiale con bucature e sabbiature e/o agenti umettanti penetranti
  • Taglia con raccolta da novembre in avanti: i residui faticano a decomporsi in questo periodo.
  • Riduci il calpestamento nei giorni più umidi.

 

🧴 Prodotti da utilizzare per gestire la fusariosi

  • Distillato di legno ricco in tannini di castagno per “pulire” le foglie del prato usato in prevenzione da novembre e ripetuto a cadenza regolare, e curativo.
  • Defender a base di fosfito di potassio per favorire le difese, sia in prevenzione che curativo
  • Rizacare a base di microrganismi utili tipo Trichoderma e Pgpr  da distribuire in prevenzione da settembre fino a che le temperature lo permettono
  • Algaturf (alghe brune con aloe e propoli) per biostimolare il recupero, ma anche per supportare la pianta nei mesi invernali dove c’è meno luce e una ridotta attività.
  • FWY ISP umettante penetrante per mantenere più asciutti i primi centimetri da distribuire a novembre e dicembre, ma anche a gennaio se il terreno non è gelato.

fusarium microdochium

bisogna dare tutti questi prodotti insieme? assolutamente no!

Bisogna però capire come lavorare in prevenzione e per fare questo occorre programmare i giusti lavori e trattamenti a partire da settembre

facciamo un esempio:

Settembre: arieggiature e sabbiatura, una corretta concimazione ma soprattutto arricchire il terreno con microrganismi utili come quelli contenuti in Rizacare.

Ottobre e novembre: cala la luce, il prato rallenta ma i biostimolanti posso dare un grande aiuto per mantenere la pianta con le giuste energie, senza dare azoto. In questo periodo trattamenti mensili con Algaturf plus (alghe brune con aloe e propoli) e Defender (fosfito di potassio) preparano il prato all’inverno.

Favorire il drenaggio con un agente umettante penetrante, come FWY ISP, può aiutare a mantenere più asciutta la zona del feltro, dove c’è la base della piantina del prato.

mentre il Distillato di legno ti aiuta a tenere pulito il prato, un uso cadenzato riduce la partenza di patologie fungine.

facile da usare, ammesso in biologico

scopri perchè è un tuo alleato contro la fusariosi

distillato legno tannini
distillato legno castagno tannini

 

Dicembre: se le temperature sono superiori ai 6° C possiamo proseguire con i trattamenti liquidi senza problemi.

Posso fare un programma completo ma posso anche usare solo uno dei prodotti citati, l’importante è capire le proprie disponibilità economiche e di tempo, e capire qual’ è il prodotto più utile nel proprio caso e quindi sapere cosa aspettarsi.

i nostri tecnici sono a tua disposizione per farti fare la scelta migliore

 

🌿 Puoi trovare questi prodotti nel nostro shop online 

 

Conclusioni e i nostri contatti

Adesso che hai in mano le informazioni che riguardano come riconoscere il fusarium / microdochium siamo certi che saprai come gestirlo.

Se, comunque, hai ancora qualche dubbio o hai qualche particolare necessità

non esitare a contattarci scrivendoci anche su WhatsApp attraverso l’icona che puoi trovare in basso a destra.

il nostro staff è a tua disposizione

ACCOUNT
Lista dei desideri
Accedi
Crea un account

Registrandoti per un account, accetti i nostri Termini e condizioni. Si prega di consultare la nostra privacy policy.

Recupero password

Hai perso la password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai tramite email un link per generarne una nuova.

TOP
CARRELLO 0
×